10   +   3   =  

Jacopo Olivieri, in arte Fatomale, è un giovane illustratore genovese che ha realizzato con Francesco Gallo uno stupendo libro per bambini sulla disabilità e sulla conquista della libertà.

 

In una città che per natura ha barriere architettoniche difficilmente superabili, succede che ti abitui a osservare l’inaccessibilità e forse impari a raccontarla.

Questo è quel che accade nelle potenti illustrazioni del genovese Jacopo Olivieri (in arte Fatomale) che con Francesco Gallo ha dato vita a “Le storie di Dulcinea”, un libro nato per promuovere e divulgare il patrimonio della cultura della diversità.

Non ci sono sfumature: la libertà si conquista oppure no, le forme e i colori ribadiscono i contrasti di una società che osa chiamarsi moderna, ma che si dimentica di costruire scuole dotate di rampe d’accesso!

E allora non ci resta che rimanere forzatamente seduti e da lì sognare, proprio come Dulcinea. Il desiderio è che giovani lettori imparino il valore dell’incontro, l’importanza della progettazione, il gusto del bello e del possibile. Pensare che esistano libri così “rivoluzionari” da mettere nelle mani degli uomini di domani riempe di speranza.

Grazie Fatomale, perché serve dare forma e colore alla disabilità , per renderla visibile e non lasciarla sola, perché il mondo è più bello se impariamo a vederlo da tutte le prospettive.

Che Jacopo sia bravo l’hanno notato in tanti, da Dario Fo alla giuria del premio Ronzinante, cosa aspettate?!

libro storie di dulcinea

Lo troverete questo fine settimana a Gelati, il festival genovese interamente dedicato alla microeditoria e all’illustrazione.

Fatomale, illustrazioni che superano le barriere ultima modifica: 2015-06-11T20:07:28+00:00 da Valeria Spanu