Da qualche mese YURY ospita 33 Giri, in particolare per quanto riguarda la rubrica dei Consigli. Sul sito dedicato alla musica di nicchia, però, c’era spazio anche per il lato più romantico della musica, la quale, spesso, porta a vivere esperienze uniche. È il caso de L’Orso, che grazie a una propria canzone, è arrivato fino a al protagonista di Dawson’s Creek.

 

Figlioli, vi ho raccontato di quando ho conosciuto James Van Der Beek? Sapete, il protagonista di Dawson’s Creek, la seria giovanilistica della mia generazione, che poi aveva fatto il film tratto da The Rules Of Attraction di Bret Easton Ellis nel quale faceva il duro e poi quella seria dove impersonava se stesso. Davvero? Nulla? Non esistono le repliche nei vostri laptop volanti? Ecco, beh, quel giorno ero tornato da calcetto. Vi ho mai parlato del fatto che giocavo a calcetto ogni lunedì? ah sì? Comunque, stavamo smaltendo la fatica (ero già fuori forma a venticinque anni) con l’altrettanto simbolico kebab del dopo partita.

Ma i kebab erano diversi ai tempi, non come questi vegani che avete voi, erano di carne! E di quella volta che Nicola si è preso la pizza al kebab, vi ho narrato? Sì, sì, dov’ero rimasto… al kebab. Ecco, mentre mangiavo mi scrivono su Facebook (questo lo conoscete eh?! Vi tortura ancora come faceva con vostro padre) e mi mandano una foto di un suo tweet.

Prima pensavo fosse uno scherzo, ma no, l’attore della mia pubertà ci stava scrivendo! Sia su Facebook che su Twitter, due messaggi differenti con le tag precise. E Instagram. Diceva al mondo che la cosa più strana che gli era capitata in oltre vent’anni di carriera hollywoodiana era vedere la canzone che vostro padre aveva scritto e di cui avevamo fatto un videoclip.

Capite? Pensate se l’attore della vostra pubertà, quello con cui siete cresciuti, ora vi scrivesse perché colpito da un vostro lavoro: lo immaginate? Risi molto, era tutto davvero assurdo. Cos’è che dite? Non vi ho mai detto che ero un musicista e che suonavo? Ma sicuramente ve l’ho menzionato! Vi ho raccontato degli anni al liceo, giusto? Del Winner Taco? Di come ho conosciuto vostra madre? Sì? E allora vi ho sicuramente detto che avevo questa band, L’orso. Dite di no? Sicuri? Mi pare strano… Allora vi racconterò di come ho conosciuto L’orso.

[Mattia Barro]

Mattia Barro-James Van der Beek: storia di un incontro grazie a L’Orso ultima modifica: 2014-12-04T23:46:27+00:00 da Tommaso Naccari