Come annunciato, abbiamo seguito il concerto genovese di Paolo Nutini, la star del soul italo-scozzese che ha calcato il palco del Goa-Boa Festival. Un’Arena del Mare gremita ha reso omaggio alla grande performance del cantautore di Paisley che ha fatto emozionare un pubblico eterogeneo ma egualmente emozionato, soprattutto dalle sue ballate malinconiche. 

 

Terza serata di musica al Porto Antico di Genova, che dopo Mannarino e i Sud Sound System, ha accolto il suo primo ospite internazionale sul palco del Goa-Boa Festival 2014. È il giorno di Paolo Nutini, che entra in scena accompagnato dalla corposa band di supporto sulle note di “The next episode” di Dr. Dre. Non male come inizio.

Si comincia con la hit del nuovo album e la folla che ha quasi già riempito l’Arena del Mare comincia a entrare nel mood. Nuovo album che costituirà il corpo centrale della performance. Si tratta di Caustic Love, ve ne abbiamo già dato assaggio in un precedente articolo.

Il pubblico è vario e, probabilmente anche per questo, relativamente calmo e intento a godere della musica e a ballare senza creare una fastidiosa calca. Oltre al consueto seguito di ragazze appostate sotto al palco, ci sono molti gruppi eterogenei, ma soprattutto molte, moltissime, coppie di tutte le età, dai teenager ai cinquantenni. Del resto i numerosi lenti e la forte anima soul, soprattutto dell’ultimo lavoro, si prestano volentieri ad accompagnare i momenti di complicità tra le molte “lei” e i rispettivi “lui”.

Paolo è in gran forma e l’accompagnamento della bravissima corista e dell’ensemble di fiati ne esalta le qualità canore, dando un senso di maturità e ricercatezza alle canzoni.

È stato davvero bravo, ha una voce fantastica”*.

La folla si è totalmente scatenata durante i pezzi di carattere funk, ma i momenti più emozionanti sono coincisi con le ballad durante le quali la voce del pubblico si è alzata per cantare insieme a Paolo.

Il momento top della serata è stato Growing up beside you”*.

Nota simpatica della serata, alcune delle ragazze che da sotto il palco facevano partire cori per il divertito cantautore a fine esibizione si sono rese protagoniste di un appassionato lancio di regali destinati al loro beniamino.

Ma oltre alle fan sfegatate erano presenti anche persone invogliate dalla presenza di un nome di livello internazionale qui a Genova o semplicemente curiose.

Non lo conoscevo, ma me ne avevano parlato bene ed è stato un concerto molto piacevole”*.

Infine merita un applauso l’organizzazione del Goa-Boa a partire dal setting di luci, volumi e qualità del suono, per l’allestimento del palco nella splendida location che è il Porto Antico e per la capacità di portare ogni anno in città nuovi artisti di livello internazionale.

Mi piace molto l’iniziativa del Goa-Boa perché porta sempre artisti di alto livello”*.

Stasera è la volta di Afterhours, Le luci della centrale elettrica e dei 1000 Degrees, venerdì ecco Salmo e Gorillaz Sound System, mentre sabato gran finale con Caparezza.

[*: Voci raccolte tra il pubblico]

Goa-Boa, Nutini regala emozioni ultima modifica: 2014-07-17T20:47:18+00:00 da Yorgos Papanicolaou